Ferragamo per la prossima stagione fredda ci propone una collezione donna geometrica e rigorosa.

Lo stilista Massimiliano Giornetti sottolinea che “ c’è uno sguardo all’architettura, a delle costruzioni fluide e precise come quelle di Tadao Ando”.

Gli abiti sono essenziali, asciutti, e incarnano lo stile tipico del ready to wear Ferragamo.

Le gonne hanno la forma di un trapezio e sono molto corte per mettere in evidenza gli stivali.

Se le linee sono semplici e asciutte, i tessuti vengono, invece, impreziositi da migliaia di jais, e i dolcevita di monhair sono doppiati in cashmere: un lusso sobrio e quasi nascosto.

Diversi pezzi e ricami sono posizionati uno sopra l’altro, tono su tono, creando un affascinante effetto tridimensionale.

I cappotti sono in alpaca, caratterizzati dalla spalla rovesciata. Le pellicce sono di castoro, doppiate in pelle. Le borse hanno un aspetto scultoreo.

“Ho voluto rompere il rigore di questa donna molto tailoring attraverso un trucco e parrucco molto fragile, frangetta e eyliner. Così come le ragazze, tante giovanissime e alla prima sfilata, per dare un senso di fragilità, un incedere particolare sulla passerella. La dimensione femminile di portare un lusso sottile con leggerezza”, ci spiega il fashion designer.

ferragamomfw2013_1
ferragamomfw2013_3
ferragamomfw2013_5
ferragamomfw2013_8
ferragamomfw2013_10
ferragamomfw2013_11