Si è chiusa ieri la kermesse “Tutto Sposi”, di Napoli. Dal 10 gennaio, i migliori brand dell’alta moda hanno presentato le loro collezioni, e hanno fatto sognare i romantici e gli amanti dei matrimoni.


E’ stato un successo oltre le aspettative quello riscosso da Gai Mattiolo e Gattinoni. Il primo ha proposto un trionfo di colori ed eleganza, il secondo ha ricevuto molti applausi per l’esibizione dell’abito creato in omaggio al teatro, che vuole rappresentare il Made in Italy nel mondo.

La maison Sarli ha presentato 25 capi di una collezione interamente ispirata alla musica sperimentale rock degli anni ’70. Luce, eleganza, rigore sono le caratteristiche peculiari degli abiti da cocktail, disegnati da coni ed ellissi che formano linee vertiginose che si fermano sul punto vita, grazie a cinture gioiello. Per la sera sfilano mini abiti dalle linee geometriche, molto seducenti, e alcuni più romantici con frangie e sfumature che ricordano eclissi di luna. Per quanto riguarda la sposa, una sapiente sartoria ha creato ventagli scomposti di organza frusciante in grado di creare volumi inattesi

Renato Balestra punta, invece, sull’armonia, il glamour, per una linea raffinata e femminile. La donna diventa quasi una “regina delle nevi”, con abiti impreziositi da ricami in cristallo scintillante e tulle di argento. La notte è decisamente preziosa e brillante, in un tripudio di foglie e fiori nelle tonalità dell’azzurro e dell’oro.