Un secolo di vita. È questo il traguardo raggiunto di recente dalla casa fondatrice di Robe di Kappa, il brand italiano da sempre sinonimo di abbigliamento sportivo.

robe di kappa

Cent’anni fa, il 13 novembre 1916, nacque infatti la Società Anonima Calzificio Torinese, l’azienda che ha creato marchi di grande successo, tra cui proprio Robe di Kappa.
Siamo a Torino, più precisamente in corso Regio Parco ed è lì che ha inizio la storia del brand.

Le famiglie fondatrici sono tra le maggiori esponenti della borghesia piemontese: i Vitale e i Sacerdote sono impresari tessili, appartenenti a un ceppo ebraico di Alessandria; i Donn sono banchieri torinesi mentre Michelangelo Bersanino è uno dei più noti avvocati dell’epoca,

Insiem fondano appunto la Società Anomima Calzificio Torinese che, partendo da una dimensione locale, inizia a lavorare su scala nazionale, dando vita ad un piccolo impero che dieci anni più tardi copre il 70% dell’esportazione del paese.

La storia del gruppo vede però anche diversi momenti di crisi, tra cui le due guerre mondiali.
Negli anni si susseguono quindi diversi riassetti aziendali che vedono anche la trasformazione, nel 1955, del brand in Maglificio Calzificio Torinese Mct.

Il marchio Robe di Kappa nasce però ufficialmente negli anni Sessanta, grazie anche a Marco Boglione, entrato in azienda come assistente di Vitale e divenuto nel tempo Direttore Commerciale e Marketing.

Dopo varie vicissitudini e periodi difficili, Robe di Kappa è tornato in crescita con un sensibile aumento di fatturato, soprattutto nell’ultimo quinquennio.

Robe di Kappa Juventus

Robe di Kappa è da sempre il marchio di riferimento nel mondo del calcio per aver vestito i migliori campioni e squadre del campionato di serie A. Negli anni Ottanta è proprio il logo di Robe di Kappa a comparire sulle magliette di Juventus, Roma e Milan, vestendo calciatori del calibro di Gullit, Van Basten e Rjiakkard.

Uno dei sodalizi più longevi però quello tra Robe di Kappa e Juventus, iniziato nel 1985 e conclusosi nel 1996.
Attualmente è ancora presente in serie A sulle maglie di Napoli, Torino e Sassuolo. Ed è da sempre uno dei punti di riferimento dell’abbigliamento sportivo uomo e donna.